News

Palermo, Munoz: "Con l'Inter una sfida storica"

foto

Un passo alla volta. Per Ezequiel Munoz il Palermo deve concentrarsi esclusivamente sulla partita contro il Chievo per avvicinarsi al meglio alla sfida dell'anno. Il difensore argentino racconta ad ilpalermocalcio.it le proprie emozioni in vista della prima finale della sua carriera e sottolinea l'importanza che l'appuntamento dell'Olimpico riveste per tutto il gruppo rosanero.

A Genova il Palermo ha onorato l'impegno conquistando la terza vittoria consecutiva. "E' stata una vittoria importante, che ha consentito a tutto l'ambiente di iniziare nel migliore dei modi la marcia di avvicinamento verso la finale di Roma. Mi dispiace che il nostro risultato abbia causato la retrocessione di una squadra come la Sampdoria, ma è chiaro che in campo si scende sempre per vincere. Questo successo è un'ulteriore iniezione di fiducia e convinzione nei nostri mezzi, che dà continuità ai risultati ottenuti contro Bari e Milan: siamo contenti del nostro ottimo momento di forma".

 

 

 

L'attenzione della città è già rivolta alla sfida dell'Olimpico. Prima però bisogna chiudere il campionato con una grande prestazione. "Siamo assolutamente concentrati sulla partita contro il Chievo. Siamo professionisti, dobbiamo pensare solo all'incontro che ci attende domenica. Non sarà una sfida semplice, i gialloblù sono una squadra che gioca bene a calcio e che ha fatto un ottimo campionato. Ma tutto il gruppo vuole salutare con una vittoria il pubblico del "Barbera", che ci è sempre stato vicino nel corso di questa stagione".

 

 

 

E' innegabile però che la sfida dell'Olimpico sia l'appuntamento più importante della stagione. Come vive l'attesa il gruppo rosanero? "Non si può non pensare a quell'incontro: è una sfida storica per la squadra, per i tifosi, per la società. Sarà una partita fantastica: non capita certo tutti i giorni di giocare una finale di un trofeo così importante in uno stadio stupendo come l'Olimpico. Stiamo lavorando tanto e nel migliore dei modi per arrivare a Roma al massimo della condizione".

 

 

 

E' la prima finale importante della tua carriera. Con quanta emozione ti stai avvicinando a questa partita? "Conta davvero tanto per me potere essere presente ad una sfida del genere. Fare parte di una squadra finalista di una coppa nel primo anno in Italia, in una stagione in cui credo di essere migliorato tanto, è qualcosa di incredibile. Sto vivendo un sogno, sono felicissimo: tutto il gruppo vuole assolutamente regalare una grande gioia ai nostri tifosi. Di certo non sarà semplice: l'Inter è una formazione fortissima. Ci sono tanti giocatori argentini che ho sempre visto come modelli da seguire e grandissimi campioni che in questi anni hanno fatto la storia del calcio. Siamo però fermamente convinti che giocando al massimo delle nostre potenzialità possiamo superare qualsiasi ostacolo, perché anche noi siamo una grande squadra".

 

 

 

 

http://www.tuttomercatoweb.com/?action=read&id=268591


« TORNA

 
borde
Compartir: Compartir en Facebook Compartir en Twitter Compartir en Linkedin
Seguinos en: Seguinos en Twitter Seguinos en Youtube Seguinos en Facebook Compartir en Linkedin Google+ Follow Me on Pinterest