News

L'Inter è tornata, vittoria anche a Mosca

foto

Nella seconda giornata di Champions la squadra di Ranieri ottiene un importante successo in casa del Cska. Decisiva nella ripresa una rete di Zarate, dopo che i russi avevano rimontato il doppio vantaggio firmato Lucio e Pazzini  

L'Inter di Ranieri si rimette in carreggiata anche in Champions League battendo per 3-2 in trasferta i russi del Cska Mosca. Dopo la sconfitta nella prima giornata contro il Trabzonspor, dunque, arriva una vittoria molto importante per i nerazzurri, maturata grazie ad un gol di Zarate nella ripresa, dopo che i padroni di casa avevano rimontato all'Inter i due gol di vantaggio realizzati nella prima frazione da Lucio e Pazzini.  

 

 

Primo Tempo  

Ranieri schiera l'Inter con il 4-3-1-2 con il giovane argentino Alvarez a supporto della coppia di centravanti Milito-Pazzini. Risponde il Cska di Slutsky con un 4-1-4-1 con il solo Doumbia in avanti, supportato da Oliseh, Dzagoev, Vagnr Love e Mamaev. La gara per l'Inter parte subito sui binari giusti, infatti dopo 6' la squadra di Ranieri è già in vantaggio: corner dalla destra di Ricky Alvarez, esce a vuoto Gabulov che manca il pallone ostacolato da Vassili Berezutski e Lucio appoggia nella porta vuota di piatto destro, aiutato anche dalla deviazione di Ignashevic. Con il risultato sbloccato la gara si fa subito interessante. Al 10' lancio lungo dalla difesa che pesca Pazzini sulla destra, l'attaccante rientra e crossa sul secondo palo per Obi, bravo questa volta Gabulov a respingere il colpo di testa del centrocampista. Al 12' si fa vedere per la prima volta anche il Cska, con un cross dalla destra di Nababkin, Vagner Love solo a centro area, però, manca l'impatto con il pallone e spreca. Il punto debole dei padroni di casa è senza dubbio la difesa e al 14' prova ad approfittarne Milito con una girata acrobatica in area, parata centralmente da Gabulov. Il Cska prova a salire e a cercare il gol del pareggio, ma commette troppi errori in fase di impostazioni, e al 23' viene punito dall'Inter che raddoppia: spunto di Nagatomo sulla destra, il terzino giapponese supera con troppa facilità Alexei Berezutski e mette la palla al centro per Pazzini, il quale arriva puntuale a spingere in rete di piatto. Sembra tutto facile per la squadra di Ranieri, davvero rinvigorita dopo l'addio di Gasperini. Col passare dei minuti però, il Cska cresce e riesce a rendersi anche pericoloso: al 31' palla lunga che arriva a Doumbia, sponda di testa al centro per Dzagoev che cerca la girata, strepitosa la risposta di Julio Cesar che mette in angolo. Sulla battuta del corner colpo di testa ancora di Doumbia che colpisce il palo esterno. Al 40' Vagner Love si libera al tiro dalla distanza, palla fuori di circa un metro. Un minuto più tardi Lucio fa partire un contropiede, la palla arriva a destra a Milito che crossa ancora per il difensore brasiliano che colpisce di testa, ma troppo debolmente, para Gabulov. Il primo tempo sembra quasi terminato quando al 48' Samuel commette fallo al limite dell'area su Doumbia; la punizione la calcia Dzagoev di prima intenzione e sorprende un Julio Cesar non impeccabile. Si va al riposo sull'1-2.  

 

 

Secondo Tempo  

La ripresa inizia senza alcun cambio da parte dei due allenatori e con il Cska che parte all'attacco battendo nei primissimi secondi due calci d'angolo, costringendo Julio Cesar a due uscite di pugno. Al 3' uno scambio Dzagoev-Vagner Love al limite dell'area porta al tiro l'autore del gol, ma la sua conclusione a giro termina fuori di pochissimo. Subito dopo Ranieri è costretto a togliere Pazzini, che aveva avuto dei problemi già nella prima frazione, e al suo posto inserisce Zarate. Il Cska continua a premere, ma non riesce a concludere in porta pericolosamente. L'Inter prova per due volte ad alleggerire la pressione con Chivu che una volta arriva ad un tiro poco preciso, la seconda viene fermato per fuorigioco solo davanti a Gabulov. Al 12' bella iniziativa di Zarate che entra in area con una serpentina e conclude sul primo palo, attento Gabulov che mette in angolo. Dalla battuta del corner parte un'azione di contropiede molto pericolosa del Cska, sprecata però dalla poca precisione di Doumbia e Dzagoev. Il Cska continua a fare la partita e a tenere molto alto il proprio baricentro, ma l'Inter difende con attenzione e corre pochi rischi. Una conclusione la prova Dzagoev al 17', forte ma centrale, la blocca in due tempi Julio Cesar. Sul capovolgimento Zarate si incaponisce in un'azione personale e cerca il tiro, troppo debole. Al 22' ancora Inter pericolosa: sugli sviluppi di un corner conclusione di destro di Ricky Alvare, Gabulov respinge e Milito manca il tap-in da pochi passi. Al 26' occasionissima per i padroni di casa: Dzagoev, dai cui piedi iniziano tutte le azioni del Cska, entra in area e mette in mezzo un pallone forte e basso sul quale, però, nessuno è pronto ad intervenire per spingerlo in rete. Al 32' arriva il meritato pari del Cska: azione offensiva prolungata degli uomini di casa, alla fine palla allargata sulla sinistra per Vagner Love che rientra benissimo sul destro e batte Julio Cesar sul primo palo. Passano però appena 120'' e gli sforzi profusi dal Cska vengono subito annullati, perché l'Inter ripassa subito in vantaggio: lancio di Cambiasso perfetto per Zarate che con il petto si sistema la palla sul sinistro al limite dell'area e conclude di controbalzo in rete. I russi, però, non ci stanno a perdere e riprendono a spingere per cercare di giungere al pareggio; l'Inter si difende con ordine e respinge sistematicamente le offensive avversarie. Al 38' ha una buona chance la squadra di Mosca, ma sull'insidioso corner battuto da Dzagoev nessuno riesce ad intervenire per spingere la palla in rete. Al 43' il pericolo per l'Inter arriva ancora con un cross dalla destra, ma Vagner Love e Doumbia si ostacolano a vicenda e spediscono la palla alta. Negli ultimi minuti la stanchezza si fa sentire e l'Inter può gestire il vantaggio con maggiore tranquillità. Durante i 3' di recupero c'è tempo solo per Ranieri di far esordire il giovane Crisetig, dopo di che l'arbitro sancisce la fine dell'incontro e l'Inter può festeggiare la prima vittoria stagionale in Champions League.

 

 

 

CSKA MOSCA-INTER 2-3

 

Cska Mosca (4-1-4-1) Gabulov 6; Nababkin 5,5, V. Berezutski 5, Ignashevic 5, A. Berezutski 5,5; Aldonin 5,5; Oliseh 6,5; Dzagoev 6,5, Vagner Love 6,5, Mamaev 5 (23' s.t. Tosic s.v.); Doumbia 6  

 

All. Slutsky 6  

 

N.e. Chepchugov, Semberas, Fedotov, Cauna, Rahimic, Popov  

 

Inter (4-3-1-2) Julio Cesar 6; Nagatomo 6, Lucio 6,5, Samuel 6, Chivu 6 (47' s.t. Crisetig s.v.); Zanetti 6, Cambiasso 6,5, Obi 5,5; Alvarez 5,5 (39' s.t. Jonathan s.v.); Pazzini 6,5 (4' s.t. Zarate 6), Milito 6  

 

All. Ranieri 6  

 

N.e. Castellazzi, Caldirola, Romanò, Coutinho  

 

Arbitro: Thomson (SCO) 6. Assistenti: Andrews, Ross. Quarto uomo: Allan. Assistenti aggiunti: McLean, Madden  

 

Reti: 6' p.t. Lucio, 23' p.t. Pazzini, 48' p.t. Dzagoev, 32' s.t. Vagner Love, 34' s.t. Zarate  

 

Note: terreno sintetico bagnato, recupero 2' + 3', angoli 7-6, ammoniti per gioco scorretto Obi, Cambiasso

 

 

 

Rsnews.it


« TORNA

Alvarez Ricardo

Alvarez Ricardo
  • Squadra Attuale: Sampdoria
  • Data di nasc.: 12/04/1988
  • Naz.: Argentino/Italiano
  • Centrocampista di fascia sinistro

 
borde
Compartir: Compartir en Facebook Compartir en Twitter Compartir en Linkedin
Seguinos en: Seguinos en Twitter Seguinos en Youtube Seguinos en Facebook Compartir en Linkedin Google+ Follow Me on Pinterest