News

I numeri parlano chiaro: Banega va schierato trequartista. Le statistiche

foto

 Settanta minuti contro il Chievo Verona, novanta contro il Palermo per un totale di 160 minuti. Questo l’impiego, in termini temporali, di Ever Banega con la maglia dell’Inter. Da questi primi minuti stagionali, però, si possono già trarre delle prime risposte sull’apporto che l’argentino sta dando alla squadra di Frank de Boer.

 Nella prima gara, quella persa dai nerazzurri contro il Chievo Verona, l’ex Siviglia è stato impiegato nel ruolo a lui più congeniale, quello di trequartista di raccordo fra i reparti. Una sorta di playmaker avanzato sgravato dai compiti difensivi, ricoperti nell’occasione dai due mediani del 4-2-3-1 Kondogbia e Medel. Meno coinvolto in fase di uscita del pallone dalla difesa, Banega ha tenuto il pallone per il 7% scarso del tempo, quarto nel parziale statistico dietro a Medel, Miranda e Nagatomo. Questo, però, non deve illudere. E’ logico che un trequartista come lui abbia meno la palla fra i piedi, l’importante è che la sappia far correre velocemente a favore degli esterni e della punta: qui, infatti, il dato dei passaggi completati parla chiaro: 56 passaggi completati su 62 tentati, quasi tutti nel tentativo di ampliare la manovra o verticalizzate. Il tutto in appena settanta minuti. Il 90% che ne scaturisce, condito da 4 degli otto passaggi chiave dei nerazzurri, non balza all’occhio per la prova di squadra che al Bentegodi è stata negativa e sotto le aspettative. Questi, comunque, sono numeri che danno l’immagine di quanto sia imprescindibile Banega nella trequarti avversaria: con un attaccante in grado di fare i movimenti giusti quando il Tanguito è in possesso della sfera e degli esterni abili a tagliare prendendo lo spazio lasciato dal suddetto attaccante, questa capacità di gestire la palla negli ultimi 30 metri del giocatore argentino può essere devastante.

 

 

Devastante, sulla carta, lo è stato anche l’apporto statistico nella seconda gara di campionato, quella contro il Palermo a San Siro. Lì, però, Banega gioca 90’ praticamente da playmaker classico completando l’88% dei passaggi ossia 87 su 98. Molti più palloni toccati, ben 129, vale a dire per il 13% del complessivo nerazzurro. Il problema, però, sta nella tipologia di passaggi: non più passaggi soltanto verticali per accelerare la manovra, ma anche tocchi per togliere la pressione avversaria dal centrocampo nerazzurro. E’ vero, sei palloni pericolosi sono partiti dai suoi piedi, ma sono solo il 33% di quelli totali messi a segno dalla squadra. Contro il Chievo, con un’Inter messa male dal punto di vista della condizione atletica, tale percentuale era al 50% con soli 70’ a disposizione. Sui novanta minuti questo dato aumenta a più di 5 passaggi chiave del solo Banega.         

 

Da sottolineare, infine, l’apporto in fase difensiva che ne riduce il fiato e la lucidità in fase di finalizzazione: l’ex Siviglia deve compiere ben 5 tackle contro il Palermo per evitare le ripartenze dei rosanero, mentre contro il Chievo, in situazione pressoché analoga, ne ha dovuti portare soltanto due. Un dispendio di energie che, unito ai 20 metri in più di campo da coprire prima di arrivare alla zona nevralgica dell’attacco interista, danno una chiara e netta dimensione di quello che deve essere Banega per questa squadra.        

 

Spesso si parla della necessità di avere un playmaker davanti alla difesa, spesso offuscati da quello che è stato Pirlo al Milan prima e alla Juventus poi, ma la realtà è che i nerazzurri tale facitore di gioco lo hanno e in zona molto più pericolosa sul terreno di gioco: far giocare Banega a 30 metri dalla porta è molto più utile alla manovra offensiva dell’Inter rispetto che averlo sulla linea mediana del campo, spesso spalle alla porta e pressato. Questo De Boer lo sa bene e da questa certezza deve ripartire già in vista della prossima gara contro il Pescara.          

 

 

fcinternews.it


« TORNA

Banega Ever

Banega Ever
  • Squadra Attuale: Sevilla
  • Data di nasc.: 29/06/1988
  • Nazionalità: Argentino
  • Centrale o Centrocampista

 
borde
Compartir: Compartir en Facebook Compartir en Twitter Compartir en Linkedin
Seguinos en: Seguinos en Twitter Seguinos en Youtube Seguinos en Facebook Compartir en Linkedin Google+ Follow Me on Pinterest